HAI PIU’ DI 30 EURO IN TASCA? VAI IN GALERA

104615416-d24088e4-fb7a-491d-890c-69ae22e9fcd3 copia

 

Da oggi 1 luglio 2014 Scatta il bancomat obbligatorio per le spese sopra i 30 euro.. Il Codacons spiega che queste norme sono state fatte per i commercianti che ancora non si sono dotati di POS per permettere alle persone di effettuare pagamenti con bancomat o carta di credito. E’ bene chiarire, come ci è stato suggerito che non è un dovere del commerciante far pagare al cliente con pos ma è un diritto del cliente di poter pagare con la carta evitando di dover avere per forza i contanti in tasca.  Per oggi dunque niente sanzioni, fino a quando? In realtà quello che importa davvero per loro è il controllo assoluto su tutti. Non sanno più cosa inventarsi i nostri politici per avere il controllo sulla vita e sui guadagni di tante persone. Non solo lo stato già pretende tantissimi soldi, ora anche quel poco denaro che alle persone rimane, viene messo sotto controllo. I Professionisti, per esempio, pagano più del 50% di tasse e sono soci di minoranza di uno stato che c’è solo se guadagni perché se perdi non partecipa e ti abbandona ad Equitalia.

Suicidi è la è la realtà di tutti i giorni

Chiudono gli uffici e le imprese e i  suicidi sono la realtà di tutti giorni in quanto non si riesce ad arrivare alla fine del mese le famiglie ritardano i pagamenti di ogni tipo e frenano l’economia,  chi ha un impresa non può pagare i dipendenti che a loro volta non possono mantenere gli impegni. Nuove povertà emergono nel silenzio più assoluto. Si dice che l’Italia sia un bel paese ma presto non sarà più cosi. Perché nemmeno in America che è avanti anni luce rispetto all’ Italia ci sono leggi che proibiscono alle persone di fare acquisti in contanti. Fino a ieri in Italia esisteva la norma del 1000 euro, potevi fare pagamenti in contanti fino la cifra di 999euro. E diciamo che anche se non mi sembrava giusto poteva essere giustificato dal fatto che in tanti se ne approfittavano e questo dava modo di avere una specie di controllo, ma ora hanno davvero esagerato.

Anziani e giovani in difficoltà

 Pensiamo a tutte le persone anziane, che non sanno usare il computer e le carte di credito. Si sentiranno smarriti. Loro che non si fidano della tecnologia, a ragion veduta, che sono stati sempre abituati a mettere i soldi, anziché in banca, sotto il materasso. Così sapevano sempre dove trovarli per dare una paghetta al nipote oppure per comprare le medicine. Già l’assistenza sanitaria con sempre più difficoltà entra nelle case facendo lievitare le file nei pronto soccorso degli ospedali figuriamoci oggi medici, fisioterapisti o colf, dovranno portarsi il POS in tasca per farsi pagare da un anziana ad ogni visita. Questi anziani saranno costretti ad andare da loro. E se qualcuno non si può alzare dal letto? Come si fa?

Le carte che si smagnetizzano

 Sono sicura che vi è successo più volte di avere la carta che non funziona più. L’abbiamo messa vicino telefonino e si e smagnetizzata. Mettiamo che è domenica e le banche sono chiuse, siete in mezzo al nulla, di notte e senza la benzina, finalmente trovate un benzinaio 24/24h ma non potete fare il pagamento perché la carta non vi funziona. In quel caso, i nostri vecchi soldi, ci potevano servire, ma se devi fare il pieno non puoi e ti dovrai fermare ogni 50 km per fare  30 euro di benzina. E può succedere anche in un negozio, ristorante o in una discoteca.  Come si fa? Semplice, o tornate a casa a piedi, non importa se dista 300 km, oppure al ristorante dove il mancato pagamento oltre a crearvi disagio vi costringerà a lavare i piatti. Nelle discoteche è peggio, se il conto è salato, probabilmente prima di arrivare a lunedì, passerete dall’ ospedale perché qualche buttafuori vi ha pestato per bene, per il pagamento mancato.

Inizio della fine

 Dove ci porterà tutto questo? Alla rovina. A essere schiavi del governo del bel paese. Sperando, che come già successo, qualche settimana fa in Italia, qualche haker non si da da fare a ripulire i conti in banca, perché la tecnologia oggi, per chi è bravo con i programmi, è facilissima da raggirare. Andate a prendere vostri soldi in banca e il conto non c’è più. Sparito. La banca vi può solo dire <<Non sappiamo che fare, non ci risulta un saldo attivo sul suo conto in questa banca oppure non ci risulta proprio che lei ha qui un conto>>. Un pazzo un giorno si sveglierà è farà sparire tutti dati. Farà sparire non solo i vostri soldi che vi siete guadagnati con tante difficoltà, ma anche la vostra identità. Perché una volta, quando nasceva un essere umano, era tutto scritto sulla carta.  E anche dopo migliaia di anni tanti documenti scritti si trovano e fanno la storia dell’ umanità. Ora nostri dati, anche quelli della nascita, sono i database di qualche computer. Come i numeri degli amici sul nostro telefonino, se si rompe, possono sparire in un istante, stessa cosa per i nostri soldi. Saremo un nulla.

E questo che volete?

Non siamo veramente niente. Non contiamo niente. I Computer e la tecnologia che in tanti casi ci aiutano tanto, possono farci molto male. Le fabbriche una volta davano lavoro a tante persone mentre ora lavorano i computer. L’uomo una volta non riusciva a produrre abbastanza per quante richieste ci fossero anche per semplici prodotti di tutti i giorni come il cibo. Allora lavoravano tantissimi nei campi, per dare da mangiare a tutta la popolazione. Ora la gente è senza lavoro, si produce 100 volte più di quel che serve, con meno operai, ma le persone muoiono di fame. Come mai?Stanno già costruendo i robot che faranno tutto che può fare un essere umano. Quindi a cosa serve assumere la gente ? Compriamo un robot e farà tutto lui. Licenziamo la gente, tanto non ci servirà più, avremmo un servo programmato per fare quello che vogliamo e ci fa pure risparmiare sugli stipendi. Stanno già progettando anche un microchip da inserire in testa ai bambini di pochi anni di vita, dicono per migliorare le prestazioni dell’ individuo. Quel che non ci funziona lo riparano loro e inserendo questo chip possiamo dare il meglio in tutto. Nello studio, nell’ esprimersi o nel lavoro. Ma chi ci dice che non inseriscono anche qualcosa per guidare e controllare questo essere umano? Pensate che nessuno dirà di si all’impianto del chip al proprio figlio? Io non sarei tanto sicura, quando alcuni penseranno che non c’e niente di male e daranno il permesso di impiantare questo chip al figlio, con la crescita di questo fenomeno di figli migliorati in tutto altri si sentiranno asini, al confronto, e saranno costretti per forza di cose a migliorare il proprio bambino. Per non essere fuori, dalla società. Non sono favole queste, ci stanno già lavorando e stanno già facendo le prove. Questa è la tecnologia, questo e il futuro del mondo. Non perché la tecnologia sia un male, ogni cosa e un bene se utilizzata per fare del bene. Ma in mano a uomini in cerca solo di potere assoluto sul mondo é un disastro, e ci porterà verso la fine del mondo.  L’ultima venuta di Gesù e la liberazione da questo mondo di schiavi si avvicina. E guarda caso, arriverà proprio dal cielo per liberarci. Dal cielo dove è tutto é iniziato e dove noi pensiamo che esistono altri mondi e altre persone. Ebbene si, esistono di sicuro, perché il mondo come lo conosciamo noi e solo una piccola parte di quel che Dio ha creato. L’uomo si mette oggi al posto di Dio. Crea essere umani in modo artificiale, fa perdere a tutti il lavoro, dignità e speranza. Ci fanno solo il lavaggio del cervello, per ridurci in schiavitù. L’Avatar non è una favola, esiste, e presto diventerà la realtà dei giorni nostri. Mezzo uomo, mezzo robot. Ci stanno già lavorando. E sono molto vicini. Forse è arrivata l’ora di convertirsi, di iniziare a capire che tutto questo non ci porterà a niente altro che alla morte… La morte del uomo. “Chi crede in me, avrà la vita eterna” dice il Signore.. Chi non crede, avrà solo quella che si è meritato. Seguendo una libertà falsa.. Diabolica.. Che porterà solo alla distruzione. Vegliate dunque fratelli e sorelle, perché la “fine” si avvicina.. E non sappiamo mai né giorno, né l’ora..

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...